Perché le donne dobbiamo pensare a preservare la fertilità.

Oggi parleremo di un caso particolare, ma che è una situazione sempre più frequente nella nostra società. Vi racconteremo di una storia reale nella quale molte di voi si identificheranno.  

preservare la fertilità

Non molto tempo fa, parlando con un’amica che era a conoscenza del settore in cui lavoro, mi disse sottovoce che stava pensando di rivolgersi alla mia clinica per diventare madre. La mia amica, a 34 anni, è una donna indipendente, con un buon lavoro, una casa propia, ecc.  In quel momento, mi diceva che in realtà non era molto sicura, in quanto riuscire a compaginare la sua situazione lavorativa del momento con una maternità solitaria, non lo vedeva del tutto chiaro. Oltretutto, mi trasmetteva un dubbio, che, anche se non vogliamo è la realtà, il fatto che con un figlio in futuro le sarebbe stato più difficile incontrare la sua anima gemella; in quanto lei oltre ad essere madre vedeva anche nel suo futuro qualcuno con cui condividerlo. Effettivamente le conclusioni a cui era arrivata erano molto valide. Le mie domande furono dirette, come vedi il tuo futuro? Nel tuo futuro hai formato una famiglia? Lei mi rispose di sì in maniera categorica, che quello era il suo deisderio. Pensai quindi che la soluzione non doveva essere quella di diventare madre immediatamente se non era quello che desiderava, ma aveva un’altra opzione, preservare la sua fertilità. Anche se è vero che a 34 anni non è l’età ottimale per questo processo (l’età ottimale è tra i 20 e i 25 anni), aveva ancora l’opzione di non modificare la sua vita drasticamente se non era quello che desiderava in questo momento. Lei mi guardò sorpresa, non era per niente a conoscenza che esistesse questa possibilità. Le raccontai che congelando alla sua età (o vetrificando, che è la tecnica che si utilizza attualmente) 12 ovociti, la sua possibilità di rimanere incinta in futuro era del 60% e con 20 ovuli la probabilità era dell’80%. Non era una garanzia ma una buona speranza.

Scarica la nostra informazione sulla preservazione della fertilità. 

Quest’esempio di cui vi sto parlando è reale, e oltretutto non mi è successo solo una volta, ma varie.  22

In un’altra occasione ho potuto consigliare questo trattamento a un’altra amica, questa sì aveva una storia stabile, che mi diceva che voleva diventare madre ma che non ci aveva ancora pensato seriamente in quanto stava lasciando un lavoro per cominciarne un altro , e dato che i suoi ultimi due anni erano stati così, non vedeva stabilità nella sua vita per affrontare un progetto così ambizioso. La mia risposta fu sempre la stessa, prima di prendere una decisione devi avere tutta l’informazione di cui hai bisogno, valuta la tua fertilità, una volta che avrai ottenuto le tue risposte valuta le tue opzioni: formare una famiglia con questo compagno, o preservare il tuo futuro attraverso la congelazione degli ovuli. Non è necessario precipitarsi quando avendo l’informazione sufficiente possiamo prendere le giuste decisioni.

Alla fine entrambe, per motivi diversi , hanno congelato i loro ovuli in clinica. Per circa 2500€ entrambe sanno che hanno agito con intelligenza , che hanno scelto l’opzione che conveniva senza dover rinunciare a niente. E succeda quel che succeda in futuro,  la loro speranza di diventare madri non è svanita a causa del passare del tempo, le sta aspettando nel nostro laboratorio.

prima visita gratuita

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *