Fertilità Notizie Psicologia

I giovani sono preoccupati per la loro fertilità?

I giovani sono preoccupati per la loro fertilità?

Notizie recenti sulla campagna #fertilityday, lanciata nel paese vicino, Italia, hanno suscitato molti dibattiti, fino al punto che sono state ritirate e la campagna bloccata. L’obiettivo del governo italiano era quello di creare coscienza sulla fertilità, ma è stato fatto attraverso alcuni messaggi che sono risultati molto polemici.

I giovani sono preoccupati per la loro fertilità?

Tuttavia, fa pensare e chiederci se i giovani, nella loro vita, si fanno domande sul tema della fertilità. Su questa domanda, The Guardian ha pubblicato un articolo scientifico la scorsa primavera. Attraverso varie interviste a giovani confermiamo che, in effetti, la fertilità è qualcosa che preoccupa i nostri giovani, anche se molti dimostrano di avere dei dubbi.

Le inchieste sono state realizzate su giovani tra i 16 e i 24 anni. Riportiamo alcune delle storie più rilevanti, insieme alle riflessioni su ognuna di esse:

  • Circostanze come l’aumento dei costi delle case e instabilità lavorativa, fanno sì che si rimandi irrimediabilmente l’avere dei figli. Vogliamo avere una famiglia, 20 anni ci sembrano non adeguati, i 30 ci sembra troppo presto e già dopo i 35 potremo cominciare a pensarci.

Se questa frase quadra con le tue idee, può essere che a partire dai 35 anni, la tua fertilità sia compromessa.

  • Alex, 34 anni: “mi piacerebbe averci provato prima”

Dopo un paio di anni in cui cercava di diventare padre, gli hanno diagnosticato una diminuzione della motilità spermatica. Adesso attraverso una FIVET sono diventati genitori e hanno congelato embrioni per il futuro.

Alex non pensava che c’erano abitudini della sua vita che avrebbero potuto compromettere la qualità del suo seme, nessuno glielo aveva detto in precedenza.

  • Hattie ha 29 anni e si sente sotto pressione. “Non è che sia preoccupata, ma mi dicono continuamente che devo pensare a formare una famiglia.”

Lei vorrebbe trovare il compagno ideale e creare della basi solide per formare una famiglia, probabilmente sarà oltre i 35 anni.

Per lei preservare la fertilità è un’opzione che potrebbe in qualche modo garantirle di realizzare il suo sogno in futuro. Tuttavia, non le hanno ancora dato l’informazione corretta e non può prendere la decisione senza avere informazioni.

  • Kylie, 25 anni è cosciente della sua fertilità in quanto ha una diagnosi di SOP (sindrome di ovaio policistico) e ha paura di dover lottare per diventare madre.

Ha un compagno, ma entrambi credono che devono trovare una stabilità lavorativa, economica e una casa prima di formare una famiglia. Sembra che nel loro gruppo di amici, la carriera professionale abbia la priorità, non preoccupandosi di come può peggiorare con l’età la sua situazione in relazione alla fertilità. Lei è cosciente dei suoi problemi e, sapendo che a 25 anni ha molta vitalità sarebbe disposta a diventare madre, ma sa che non potrebbe, in questo momento, per altri motivi.

Ancora una volta, in questo caso, non è mancanza di informazione sulla fertilità, ma sulle sue opzioni. Tanto una congelazione di ovuli, che una congelazione di embrioni, in questo momento potrebbe evitarle molti problemi in futuro.

  • Kristy, 34 anni è da tre anni che cerca di diventare madre: “magari avessi congelato i miei ovuli a 20 anni”

Ha cambiato il suo stile di vita per migliorare la qualità dei suoi ovociti, in quanto le hanno già detto che stanno peggiorando in maniera prematura, oltre ad avere una bassa riserva ovarica.

Sembra che qui l’informazione sulla preservazione della fertilità avrebbe evitato molti problemi. Come abbiamo indicato precedentemente in questo blog, l’informazione è un’arma, in questo caso, imprescindibile.

ProcreaTec attraverso articoli, programmi specifici di formazione per medici generali e futuri ginecologi cerca di dare la formazione adeguata al suo intorno sociale sulla fertilità. Creando coscienza e divulgando le informazioni, le generazioni future ben informate potranno evitare di avere problemi o in qualche modo prevenirli.

Se sei in una situazione simile a una delle testimonianze riportate, non avere dubbi e rivolgiti al centro per avere delle informazioni. ProcreaTec attraverso una prima visita gratuita potrà consigliarti e spiegarti le opzioni che puoi avere in questi momenti sulla tua fertilità evitando complicazioni future, senza che debba rinunciare ai tuoi obiettivi di vita già pianificati.

prima visita gratuita

 

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 359 altri iscritti

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This