Clinica di Riproduzione Assistita Fertilità Notizie Riproduzione Assistita

Intervista alla Dott.ssa Izquierdo. Direttore Medico di ProcreaTec. Cos’è la Fecondazione In Vitro?

Cos’è la Fecondazione In Vitro?
Quando un uomo e una donna concepiscono in modo naturale, l’ovulo od ovocita, e lo spermatozoo si incontrano nella tuba di Fallopio e qui avviene la fecondazione. Nella Fecondazione in Vitro o FIV, il processo di fecondazione ha luogo nel laboratorio. Questo trattamento si utilizza, quindi, quando una coppia non può concepire in modo spontaneo.
In cosa consiste il processo?
Le ovaie, nella loro struttura, presentano numerosi follicoli in cui si trovano gli ovociti. In un ciclo naturale i follicoli crescono, ma solo uno riesce a maturare e ovulare. Per questo motivo in un ciclo spontaneo le donne, durante l’ovulazione, producono un solo follicolo che, se fecondato, darà vita a un embrione che può impiantarsi nell’utero e generare la gravidanza.
La FIV realizza il processo di unione dello spermatozoo e dell’ovulo in laboratorio, per cui è meglio ottenere il maggior numero di ovociti possibile. Per questo motivo si cerca di sviluppare tutti i follicoli del ciclo mediante la somministrazione sottocutanea giornaliera di alcuni farmaci. Il numero di follicoli che si sviluppano dipende dall’età e dalla riserva ovarica della donna.
La paziente deve iniettarsi gli ormoni tutte le sere alla stessa ora e fare dei controlli periodici per vedere l’evoluzione dei follicoli e dell’endometrio. Dopo circa 10 giorni di iniezioni, quando i follicoli raggiungono una dimensione adeguata (16-21mm), si inietta un ultimo farmaco per far maturare gli ovociti e, 36 ore dopo, si fa il pick up ovarico. Sotto sedazione, si estraggono gli ovociti alla paziente. Lo stesso giorno, il partner lascia un campione di seme, che sarà capacitato per la fecondazione.
Come si realizza la Fecondazione In Vitro nel laboratorio?
La fecondazione in laboratorio si può effettuare attraverso due metodi: Fecondazione in Vitro Convenzionale (FIV) cioè, lasciando ciascun ovocito circondato da una goccia di seme capacitato, o attraverso ICSI (microiniezione spermatica) in cui l’embriologo seleziona uno ad uno i migliori spermatozoi e li microinietta dentro gli ovociti.
Quando si vedono i risultati?
La fecondazione viene valutata il giorno seguente e l’evoluzione degli embrioni viene valutata tutti i giorni fino al transfer degli embrioni. Al 2º giorno, gli embrioni hanno dalle 2 alle 4 cellule. Al 3º giorno hanno dalle 6 alle 10 cellule. Al 4º giorno di sviluppo embrionario si trasformano in morule e al 5º passano a blastocisti.
Quando si realizza il transfer?
Si è soliti trasferire al terzo o al quinto giorno di sviluppo embrionario, a seconda della qualità degli embrioni. Anche se la legge spagnola permette trasferire fino a 3 embrioni, si cerca di evitare una gestazione multiple trasferendo uno o due embrioni. Il transfer di embrioni è un procedimento indolore, che consiste nell’inserire un catetere all’interno dell’utero e lasciare gli embrioni ad una distanza tra i 10 e i 20 mm del fondo uterino.
Qual’è la percentuale di successo?
Le probabilità di gravidanza dopo un ciclo di FIVET-ICSI variano in funzione dell’età, la qualità degli ovociti, la qualità del seme e dell’endometrio. Ma sappiamo che il 5% dei bambini che nascono in Spagna è per FIVET.
Se desidera sapere di più su questo trattamento può chiederci informazioni e appuntamento, la prima visita è totalmente gratuita.

prima visita gratuita

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 358 altri iscritti

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This