Riproduzione Assistita

Quantità o Qualità? Transfer di un unico embrione.

adorable-21259_640-604x270

In una clinica di fertilità come la ProcreaTec  una delle inquietudini più comuni dei nostri pazienti è il numero di embrioni che devono trasferire.

Naturalmente si tratta di un dubbio plausibile dato che una paziente che ha deciso di sottomettersi a un trattamento di fertilità, desidera ottenere  un risultato positivo. Su questo punto pazienti e professionisti sono d’accordo, tuttavia quantità non sempre significa qualità. Dipende anche dalle circostanze di ciascuna paziente: età, riserva ovarica,se si fa un ciclo con i suoi propri ovuli o con ovociti donati.

Da tempo la filosofia clinica dei centri spagnoli di fertilità è  partitaria del transfer di un solo embrione, mentre fino a pochi anni fa si consigliava di trasferirne due o tre. Esistono casi in cui si potrebbero trasferire 2 o 3 embrioni ma, attualmente, soprattutto quando si tratta di una donazione di ovociti, si consiglia sempre più spesso il transfer di un solo embrione.

Alcune settimane fa abbiamo pubblicato in questo stesso blog un articolo sulla qualità degli embrioni  elemento che può essere determinante per la riuscita del trattamento.

Qual’è stata la causa di questo cambiamento?

Tra le argomentazioni utilizzate a difesa del cambiamento nel modo di pensare vi sono  i progressi  tecnologici e scientifici che si sono avuti negli ultimi anni nel settore dell’embriologia.

-La coltura a Blastocisti che nel nostro centro ha permesso di raggiungere delle alte percentuali di gravidanza.

– La diagnosi genetica preimpianto che ha permesso di creare un maggior numero di embrioni sani, favorendone così l’impianto.

– La biopsia allo stadio di blastocisti o embrione al 5º giorno:  una tecnica in cui la ProcreaTec è pioniera in Spagna, introducendola per la prima volta a Madrid, che sta dando ottimi risultati.

-L’ EmbryoScope che, in funzione  nel nostro centro dal mese di novembre dello scorso anno, permette una migliore selezione embrionaria.

Oltre a questi progressi, che permettono di migliorare la percentuale di gravidanze  andate a buon fine, vi sono altri argomenti che sostengono questa prassi clinica:

– Si evita il rischio di gravidanza gemellare, e con esso, i rischi associati alla gestazione multiple.

 La Società Spagnola di Fertilità attraverso il grupo di interesse Salute Embrionaria, ha sviluppato una guida con alcune raccomandazioni volte a evitare i problemi associati al transfer di due o tre embrioni, cercando di ridurre la percentuale di gravidanza multiple e i rischi che ne derivino.

L’équipe di professionisti della fertilità della ProcreTec ha come obiettivo quello di aiutare i suoi pazienti a realizzare il sogno di avere un bimbo sano. Consigliamo quindi ai nostri pazienti il transfer di un solo embrione di ottima qualità, e soprattutto a quelle pazienti per cui una gravidanza gemellare potrebbe rappresentare un rischio tanto per la loro salute che per quella del piccolo nascituro.

Di seguito un link di una testimonianza lasciata da una nostra paziente, in cui potrete confermare i dati sopra riportati in cui la qualità e non la quantità, ha compiuto l’obiettivo prefissato.

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 359 altri iscritti

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This