Fertilità Notizie Riproduzione Assistita

Il sonno e la fertilità

sonno e la fertilità

I disturbi del sonno sono sempre più causa determinante della nostra salute e benessere; soprattutto è stata dimostrata la loro influenza sul ciclo mestruale, la gravidanza o la menopausa.

sonno e la fertilità
Ma non si hanno notizie certe sull’influenza della quantità e la qualità del sonno sulla fertilità.
Un anno fa, nel National Center for Biotechnology Information, veniva pubblicato uno studio in cui si aveva un’approssimazione più scientifica su questo tema.
Nello studio si trattava di sintetizzare quello che già si sapeva sul sonno e la capacità riproduttiva.
Se teniamo in conto che il sonno è importante per il benessere, sembra logico pensare che possa condizionare anche la fertilità. Concretamente si sa che nelle donne i disturbi del sonno coincidono con problemi premestruali, depressione post-parto, o durante la transizione alla menopausa. Dopo aver rivisto le possibili varianti in cui si studiavano la durata del sonno, le alterazioni, la qualità, i ritmi cardiaci, si rivedevano le possibili sequele associate derivate, tanto in generale, come nei processi riproduttivi.
In che maniera il sonno potrebbe condizionare la Fertilità?
Ci sono almeno tre tipi di studio:
1. L’attivazione dell’asse ipotalamico-pituitario-adrenal (HPA) che precipita l’alterazione del sonno può interferire nella riproduzione.
2. La durata del sonno alterato e/o disturbi del sonno possono, per se stessi, interferire nella riproduzione o provocare un aumento dell’attivazione dell’HPA.
3. Disritmia circadiana indipendente dalla (o in interazione con) attivazione dell’HPA, la durata del sonno e/o disturbi nella continuità del sonno, possono derivare in infertilità.
Lo stress può aumentare il rischio di infertilità, effetti sull’HPA, potrebbero avere ripercussioni sugli ormoni riproduttivi.
Inoltre, lo stress con le sue attività derivate, ha dimostrato che eleva in maniera acuta i livelli di melatonina. Il compito della melatonina in riproduzione è complesso, per esempio aumenti continui di melatonina sono stati associati all’amenorrea.
Lo studio analizza in modo dettagliato gli effetti del sonno a livello ormonale: tiroide, estradiolo, progesterone, antimulleriana, tra gli altri.
L’obiettivo è quello di trovare questa associazione e gli strumenti clinici e di ricerca. Le conclusioni sono state che, dato che esistono dimostrazioni di come l’insonnia colpisce molto più le donne che gli uomini, si osservano evidenze cliniche che modificano i pensieri tradizionali. I cambiamenti di natura endocrina accompagnati da alterazioni del ciclo riproduttivo, a volte comportano implicite alterazioni del sonno. Con questo studio si conferma che succede anche il contrario.
Infine è chiaro che, se la donna infertile soffre uno o più disturbi del sonno, il trattamento può servire per aumentare le possibilità di concezione naturale, la risposta a un trattamento di fertilità, e/o il successo a lungo termine.
Per lo meno, se la donna infertile che soffre di disturbi del sonno è trattata per questi disturbi, migliorerà la sua qualità di vita e la sua capacità riproduttiva.
La clinica PorcreaTec cosciente dei continui progressi che si producono nel settore della riproduzione assistita, nel suo sistema di valutazione continua, rivede continuamente gli studi e i nuovi progressi che hanno a che fare con la specialità, con il fine di proporzionare al paziente il trattamento più adeguato per il suo futuro trattamento.

prima visita gratuita

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 357 altri iscritti

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This