Riproduzione Assistita

Come avviene la selezione della donatrice di ovuli? 

Al giorno d’oggi tutti sappiamo quali sono le tecniche di riproduzione: inseminazione artificiale, fecondazione in vitro e per ultimo ricezione di ovuli donati. Ma come si effettua la selezione della donatrice in una clinica di fertilità?

La procedura di selezione per entrare nel programma di ovodonazione, che nel nostro centro si chiama OVODONA, è rigorosamente controllato. Bisogna che si compiano dei requisiti molto rigorosi per poter dare ai pazienti la massima sicurezza nel trattamento in tutti i suoi aspetti, per questo motivo fissiamo alle ragazze  più di un appuntamento: un primo contatto, durante il quale verranno richieste informazioni personali, una seconda visita con lo psicologo, che farà una valutazione psichica della paziente e, per ultimo, la visita con il medico.  L’obiettivo è quello che la futura donatrice sia cosciente del procedimento, comprenda perfettamente il processo che inizierà e, nel momento in cui deciderà di far parte del programma, abbia appreso  i passi che dovrà compiere e abbia capito perfettamente cosa significa la donazione degli ovuli.

Selezione per entrare nel programma

Dopo il contatto con il centro verranno richiesti alla donatrice una serie di dati tra cui l’età ( compresa tra i 18 e i 35 anni), e alcune caratteristiche fisiche indispensabili per poter accedere al programma. Se compie questi primi requisiti, dovrà andare al centro per ricevere più informazioni. Alla ProcreaTec vengono organizzati incontri periodici con lo scopo di spiegare cos’è e in cosa consiste la donazione di ovociti. È imprescindibile che prima di cominciare il processo di donazione o le prove previe, la futura donatrice abbia chiaro l’impegno assunto. Così come stabilito dalla Legge,  prima di cominciare qualsiasi tipo di trattamento, dovrà compilare un CONSENSO in cui  si stabilisce un accordo di contratto gratuito, formale e confidenziale, tra la donatrice e il centro.

Portrait Of Three Attractive Young Women In Studio

Studio psicologico e prove mediche di valutazione

La ragazza che dopo il colloquio sarà interessata a intraprendere il trattamento di donazione, comincerà lo studio preliminare stabilito dalla Legge 14/2006 del 26 maggio sulle tecniche di Riproduzione Umana:

Raccolta dati e anamnesi completa. Abitudini, antecedenti chirurgici, antecedenti familiari, ecc.

Valutazione psicologica diagnostica e valutazione psicometrica.

Se dopo questa valutazione lo psicologo considera la futura donatrice atta si procederà con:

Visita Ginecologica completa: citologia con triple prelievo, ecografia vaginale per confermare il buono stato di salute dell’apparato genitale e scartare patologie uterine, visita mammaria, conta e misurazione dei follicoli antrali per valutare la riserva ovarica.

Analisi del sangue, oltre ai parametri generali come può essere un emocromo, biochimica, coagulazione o grupo sanguigno si effettuerà uno studio completo delle malattie infettive e prove genetiche (cariotipo e fibrosi cistica).

Una volta che sono state realizzate tutte le prove, se i risultati rientrano nei parametri richiesti, la donatrice entra a far parte del  programma di donazione.

Attraverso un contatto continuo e diretto con il centro, nel momento in cui ci sarà una ricettrice compatibile clinicamente e fisicamente con la donatrice, sarà avviato il processo di donazione. In questo momento verrà coordinata la stimolazione in concomitanza con la preparazione della ricevente,  nel nostro centro, infatti, il trattamento di donazione di ovuli si effettua per regola generale in fresco, cioè il giorno del pick up della donatrice, senza vetrificare gli ovuli ottenuti si procederà alla fecondazione con il seme della coppia o con il seme del donatore. La stimolazione verrà controllata continuamente per evitare qualsiasi rischio , e il centro seguirà la donatrice in modo esaustivo fino alla revisione, che avverrà dopo alcuni giorni del pick up ovarico.

Alla ProcreaTec la donatrice e le pazienti sono il nostro principale interesse. Infatti, nove su dieci donne che vengono alla ProcreaTec per donare gli ovuli si sentono talmente a loro agio che decidono di ripetere l’esperienza. La donazione di ovuli è sicura, richiede un impegno da entrambi le parti e una certa responsabilità e disciplina. Per lo sforzo realizzato per la donazione e per l’impegno assunto con la persona che dipende dalla sua stessa generosità, la donatrice riceverà una ricompensa.

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This