Fattore Maschile Notizie

I pantaloni attillati stanno condizionando la discendenza delle generazioni moderne?

Nessuno lo ha mai detto. Nulla sull’etichetta, nessun avviso del venditore, nemmeno un annuncio del marchio a tale riguardo. Quando hai scelto quel paio di pantaloni attillati, ultra slim, sono stati tutti zitti. E anche se non ti sarebbe comunque importata la possibilità di avere figli, sorprende scoprire, tramite Twitter, che I pantaloni attillati compromettono la funzionalità dei testicoli, secondo un articolo del Daily Mail. Nel testo, il dottor Hilary Jones condanna le nuove generazioni a un futuro senza discendenti. Il motivo: i pantaloni stretti hanno pregiudicato la loro capacità riproduttiva.

Nel caso in cui le previsioni del dottor Jones si rivelassero veritiere, le frange, le barbe perfette o il gusto per le bretelle non saranno trasmesse alla generazione successiva a causa dell’influenza del modello di pantaloni, reso popolare a metà degli anni ’50, quando gli stilismi delle sensuali Marylin e Sandra Dee resero i pantaloni attillati un capo venerato.

In quel tempo nessuno prestava attenzione alla pressione testicolare. Adesso che, grazie alla modernità, il modello si è diffuso in tutte le capitali del mondo, si scopre che sta soffocando le parti basse di giovani innocenti di tutto il pianeta. Terribile. Forse è per questo che i dandy lo hanno abbandonato. In caso di dubbio è meglio consultare uno specialista. “Tranquillo, sono anni che la qualità dello sperma è in declino, da quando sono stati condotti i primi studi sulla qualità dello sperma. E questo declino non può essere attribuito unicamente all’uso di pantaloni aderenti. Anche se è vero che campioni che oggi sono al di sopra dei limiti di riferimento dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) sarebbero stati diagnosticati come patologici solo pochi anni fa”, risponde Muriel Cuadros, biologa, fan moderna dei pantaloni aderenti e collaboratrice della clinica di fertilità ProcreaTec.

Lo dice adesso. Dopo decine di battaglie con quei maledetti pantaloni che, a volte, la tua amante, la tua amica, la tua collega o tua madre hanno dovuto toglierti perché stringevano con troppa forza le vostre gambe. E cosa offrono in cambio? Il soffocamento degli spermatozoi. Allo stato attuale delle cose, questo fattore potrebbe rivelarsi non del tutto negativo. Da una parte, il mondo è saturo. Dall’altra, il premio per il rischio complica la vita in generale, quindi immaginiamo con un bambino. Può darsi che alla fine i pantaloni aderenti, promuovendo il controllo delle nascite, si rivelino alleati inaspettati della lotta contro il cambiamento climatico, leader della sostenibilità e salvatori del genere umano.

“Pensate alla vostra salute e non alla vostra immagine,” chiede il medico intervistato nell’inquietante articolo. Se fosse successo in passato, forse le tute da ginnastica sarebbero state l’uniforme ufficiale, e salutare, della società. Ma negli anni 50 non si sapeva nulla di tutto questo, prevaleva la felicità; come negli anni ’90 in Spagna. In quei tempi il capo di vestiario era impregnato di un alone di ribellione grazie a Mick Jagger e Bob Dylan. E poi arrivò l’hipster, che lo rese indispensabile per le notti di festa, i pomeriggi nei caffè o per una birra in strada.

Kim Novak non pensava al benessere delle sue caviglie quando correva per San Francisco con tacchi vertiginosi, così come David Bowie non pensava ai suoi capelli ogni volta che li decolorava. Pertanto, non ci si poteva aspettare che le generazioni moderne pensassero alla loro prole quando s’imbottivano i pantaloni. Jagger ha trascorso metà della sua vita con quei pantaloni e ha almeno sei figli, e Julian Casablancas, cantante dei The Strokes, è padre. I pantaloni aderenti non possono essere la pietra filosofale dei problemi sessuali e riproduttivi del postmodernismo. Caso mai, bisognerà informarsi sulla possibilità di congelare lo sperma e poi indossare quei pantaloni con stile e tranquillità.

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This