Notizie

Il futuro della Procreazione assitita

Il futuro della Riproduzione Assistita
Il futuro della Riproduzione Assistita

Il campo della riproduzione assistita è in continua evoluzione e sempre di più sono le tecniche che ne migliorano i risultati. Abbiamo chiesto alla dottoressa Jennifer Rayward un’opinione riguardo il futuro della Procreazione assistita, la sua risposta è stata chiara: la genetica sarà al centro dei trattamenti di PMA.

Test genetici per entrambi i genitori

Il futuro dei trattamenti di Procreazione assistitita con gameti della coppia (Fivet senza donazione), sarà quello di analizzare geneticamente sia l’uomo che la donna prima di ogni trattamento, per escludere possibili disturbi cromosomici. Il test più comune è il cariotipo del sangue che si esegue per controllare la struttura dei cromosomi e rivelare sindromi come l’X-fragile.

È possibile eseguire anche un cariotipo dello sperma con il FISH TEST. Infatti, anche se il cariotipo del sangue è normale, potrebbero essere presenti anomalie nei cromosomi, causa di una possibile infertilità.

Test genetici sugli embrioni

La Diagnosi Genetica Preimpianto avrà un ruolo da protagonista nel futuro della Fecondazione assistita. Questa tecnica consente di individuare possibili alterazioni genetiche negli embrioni già formati, permettendo il trasferimento esclusivo degli embrioni sani.

Attualmente, questo tipo di diagnosi è raccomandata solo nei casi di fallimenti multipli della Fivet, nelle donne oltre i 40 anni o quando uno dei genitori presenta una malformazione genetica conosciuta. Tuttavia nel futuro della riproduzione assistita si prevede l’utilizzo sistematico di questo tipo di test.

Obiettivo principale: ottenere un embrione sano

I trattamenti di riproduzione assistita puntano al miglioramento continuo non tanto per ottenere un maggior numero di embrioni, quanto per ottenere embrioni sani. Grazie ai test genetici preliminari, i trattamenti puntano a trasferire un singolo embrione di buona qualità e con alte percentuali d’impianto per la futura gravidanza.

Fino ad oggi, nei trattamenti Fivet senza DGP, gli embrioni ottenuti venivano trasferiti senza che si sapesse nulla della loro genetica. Gli embrioni portatori di malformazioni sono destinati al fallimento dell’impianto o ad un aborto spontaneo.

Grazie alla DGP si evitano transfer che non portano ad una gravidanza.

Nel futuro della Riproduzione assistita assisteremo ad una riduzione del numero di embrioni ottenuti in quanto verranno preservati solo quelli sani.

La raccomandazione sarà quella di trasferire un singolo embrione (SET) con buone probabilità di impianto, con una conseguente riduzione delle gravidanze gemellari.

Una riduzione dei tempi di trattamento

Grazie allo studio preliminare della coppia e degli embrioni, il tempo necessario al trattamento per raggiungere la gravidanza sarà ridotto.

Se ad esempio, una coppia ha ottenuto 5 embrioni dalla fecondazione in vitro, potremmo dover effettuare 5 transfer prima di trasferire l’embrione sano. Con il DGP sapremo immediatamente qual è l’embrione sano e sarà sufficiente un singolo transfer per raggiungere l’obiettivo.

Ovviamente possono esserci casi in cui dalla fecondazione in vitro non si ottiene nemmeno un embrione sano. In questi casi l’équipe medica valuterà le soluzioni più adatte per affrontare un futuro trattamento.

In caso di fallimento del transfer: studio sistematico dell’endometrio

Per il futuro della Riproduzione assistita si prevedono maggiori studi sulla recettività dell’endometrio – nei casi in cui il test di gravidanza sia negativo – dopo il transfer di un embrione sano. Sono varie le pubblicazioni che dimostrano come questi tipi di controlli sull’endometrio migliorino le possibilità d’impianto. Se il problema non è di tipo genetico sarà necessario verificare le condizioni dell’utero e proporre il test ERA alla paziente.

L’obiettivo per i prossimi 5 anni è quindi quello di arrivare al trasferimento esclusivo di embrioni sani. Ad oggi sono in corso molti studi sulla ricerca genetica e sull’analisi non invasiva degli embrioni. Lo studio della genetica è un ottimo strumento per combattere l’infertilità anche se si scontra con non pochi problemi di origine etica.

ProcreaTec è una clinica impegnata nella ricerca e nel miglioramento dei protocolli e dei risultati del trattamento. Ogni paziente riceve un’attenzione personalizzata e viene indirizzato sul trattamento migliore da intraprendere a seconda del suo caso specifico, con l’obiettivo di ottenere una gravidanza sana. Richiedi una diagnosi gratuita e senza impegno alla nostra équipe medica con oltre 25 anni di esperienza.

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This