Clinica di Riproduzione Assistita Donazione di ovociti

Il ruolo dell’epigenetica nel trattamento di ovodonazione

epigenetica

Molte donne devono affrontare il cosiddetto “lutto genetico” che si produce quando dobbiamo rinunciare ai nostri gameti, generando paura e frustrazione in alcune coppie.  Tuttavia, questa questione si basa su un tema sconosciuto e molto interessante per i nostri specialisti di fertilità, l’epigenetica.

Cos’è l’epigenetica?

Il DNA, i geni e l’epigenetica (cambi nella funzione genetica senza alterazione del DNA) si possono percepire come una lettura astratta impossibile comprendere nella sua totalità. Per questo motivo, e per capire cosa sia l’epigenetica, parliamo con la Co-direttrice e responsabile di ricerca della clinica di fertilità IVF Donostia, la Dott.ssa Estefanía Rodríguez.

L’epigenetica è la scienza che studia che effetti   cambiamenti possono produrre i fattori esterni o ambientali nella funzione genetica, senza generare alterazioni nella sequenziazione del DNA.

Secondo la specialista di fertilità, “siamo il risultato di interazioni tra tutti i nostri geni e la loro interazione con l’ambiente in cui viviamo”, dall’utero materno fino alla morte. L’epigenetica ha un ruolo molto importante nella nostra vita, dato che possiamo subire cambiamenti del nostro DNA, durante tutta la nostra vita.

Fattori alimentari come la dieta, lo stress, l’esposizione a sostanze tossiche e determinati cambiamenti ormonali possono determinare che la nostra epigenetica si modifichi, in modo favorevole o no, dalla crescita dell’embrione e fino alla nostra morte.

I cambiamenti o modifiche epigenetiche non ci differenziano solo fisicamente nel nostro modo di essere, possono anche produrre malattie come l’obesità o problemi di cuore.

Quando modifichiamo l’epigenetica?

Molte ricerche scientifiche affermano che l’ambiente e lo stile di vita della madre gestante, indipendentemente dalla gestazione di embrioni donati o propri, può causare che in un embrione si esprimano o inibiscano alcune funzioni specifiche, dando luogo a cambiamenti, come possiamo osservare nel processo di  trasmissione di malattie come il diabete o l’obesità.

Epigenetica significa letteralmente “oltre la genetica”. Curiosamente si osserva che ogni gene, come vedevamo nel test genetico preimpianto per aneuploidie, contiene 2 coppie- una ereditata dallo spermatozoo e l’altra dall’ovocita – e normalmente le due coppie sono uguali. Tuttavia, esistono circa 100 geni in cui si legge solo una delle due coppie. Fenomeno denominato “impronta genomica”.

Se questi meccanismi non funzionano bene e si leggono le due coppie o nessuna di loro, possono apparire malattie come la sindrome di Angelman, la sindrome di Prader-Willi, la sindrome di Beckwith-Wiedemann o la sindrome di Silver Rusell.

Inoltre, esistono determinati periodi, durante lo sviluppo del bebè in cui la genetica è più suscettibile alla produzione di cambiamenti del DNA, sempre come conseguenza di questi fattori ambientali. Questi periodi sono: il preimpianto, la gravidanza, l’allattamento, l’infanzia e l’adolescenza.

¿Come influisce l’epigenetica nell’ovodonazione?

La Dott.ssa Rodríguez ci spiega che “siamo il risultato delle nostre relazioni con l’ambiente”, è stato dimostrato che l’ambiente uterino, il corpo della madre gestante, le cure durante la gravidanza, l’ambiente in cui si sviluppa il bambino durante la gravidanza, indipendentemente dal fatto che i gameti provengano da una donatrice, sono fattori fondamentali, dato che influiranno inevitabilmente nell’epigenetica di quel bambino e , quindi, potranno essere visti nelle caratteristiche fisiche e lo stato di salute.

In tutte le cliniche del nostro gruppo IVF-Life siamo esaustivi nell’informazione che offriamo a tutte le pazienti che si sottoporranno a un trattamento di ovodonazione sottolineando che il DNA dell’ovocita donato non è il fattore principale che influisce nello sviluppo del futuro bebè. Sono molti i fattori determinanti affinché riesca a essere la persona che sarà.

Cosa apporta la madre gestante all’embrione?

Molti studi scientifici hanno dimostrato gli effetti e le conseguenze che l’ambiente esercita sullo sviluppo del futuro bebè, come l’alimentazione, l’esposizione a determinati agenti tossici o lo stile di vita. Che la madre gestante abbia un’influenza sull’embrione che si sta sviluppando nel suo utero, è un dato di fatto in termini di epigenetica.

Tecniche avanzate: Ovodonzione ed Embriodonazione

Tutto questo dimostra che le madri che si sottopongono a un trattamento di donazione di gameti, svilupperanno dei legami biologici e, in certo grado, anche genetici con il futuro bebè, provando in questo modo che condivideranno con loro molto di più che solo il ventre in cui sono cresciuti.

Questi trattamenti possono essere l’adozione di embrioni e la ovodonazione, con donazioni di ovociti e/o donazione di seme:

A grandi linee consiste nell’effettuare una Fecondazione in vitro con ovociti di donatrice. Si tratta di un trattamento di fertilità sicuro e affidabile che ha alte percentuali di gravidanza.

L’ovodonazione è prevista dalla Legge spagnola di Riproduzione Assistita che preserva l’identità dei donatori e del futuro bebè.

Molte famiglie sono preoccupate per il processo di selezione della donatrice.  Alla IVF-Spain si stabiliscono protocolli avanzati per scegliere la donatrice più adeguata a ciascuna famiglia.

Inoltre, realizziamo lo studio medico dettagliato, in modo che si possa valutare attentamente la tecnica più adeguata a ciascun paziente. Sono fondamentali, per fare in modo che il processo abbia successo, la qualità del laboratorio e le tecnologie avanzate applicate in ciascuna tecnica, così come la capacità di effettuare un trattamento su misura seguendo le necessità di ciascuna paziente.

Con questo trattamento di fertilità si semplificano i tempi del trattamento e si evitano ulteriori delusioni emotive ed economiche. L’embriodonazione permette di adottare embrioni di grande qualità donati da altri pazienti, che hanno già realizzato il loro desiderio di formare una famiglia.

Oggigiorno, è possibile scongelare embrioni con una percentuale di sopravvivenza pari al 100%. Per questo motivo, la adozione di embrioni si è trasformata in una soluzione riproduttiva efficace per i pazienti che desiderano accedere a embrioni di qualità senza passare attraverso una stimolazione ovarica.

L’importanza dell’epigenetica nello sviluppo embrionale.  

Come abbiamo detto l’epigenetica agisce come ponte tra i geni e l’ambiente. Cioè, l’ambiente può causare alcune alterazioni nella funzione genetica – senza per questo modificare la sequenza del DNA-, provocando, tra le altre cose, che si manifestino alcune caratteristiche e non altre. Questi cambiamenti possono prodursi durante tutta la nostra vita, incluso lo sviluppo embrionale nel ventre materno.

Le diverse tecniche di riproduzione assistita di IVF-Spain costituiscono un’opportunità affinché molte coppie con infertilità o con alte percentuali di avere un bambino geneticamente ammalato, possano avere una discendenza sana. Tuttavia, esiste sempre la preoccupazione che qualsiasi azione possa avere delle conseguenze inaspettate nella discendenza, è per questo che le modifiche epigenetiche saranno i segnali per determinare quali geni si esprimono in ciascuna cellula e che si riesca ad avere un corretto sviluppo embrionale.

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This