Clinica di Riproduzione Assistita Riproduzione Assistita Uncategorized

La sedazione in Riproduzione Assistita: quando bisogna utilizzarla?

L’utilizzo della sedazione in Riproduzione Assistita è limitato a casi in cui è necessariamente richiesta.

Tipologia di sedazione in Riproduzione Assistita, pick up ovarico.

Quando parliamo di sedazione nei trattamenti di Riproduzione Assistita ci riferiamo sempre a una sedazione leggera che non richiede intubazione. Viene somministrata una piccola dose di propofol in vena, per far in modo che la paziente non noti il fastidio provocato dalla puntura delle ovaie. La paziente continua a respirare da sola, viene aiutata solo con un poco di ossigeno.

Nel pick up ovarico, la durata della sedazione è di circa 10-15 minuti, il tempo necessario per cadere in un sonno profondo e risvegliarsi già subito dopo la fine del pick up.

Anche se la durata dell’intervento dipende dalla risposta alla stimolazione ovarica e dal numero di follicoli che si sono sviluppati, è importante che l’intervento sia indolore per la paziente o la donatrice.

Nel momento in cui viene sedata, la paziente comincia a rilassarsi fino ad addormentarsi profondamente. In questo modo il medico potrà effettuare il pick up senza che la paziente si muova, cosa che potrebbe essere pericolosa.

Al risveglio la paziente non ricorderà assolutamente niente e non sentirà nessun dolore. Il tempo di ripresa totale potrebbe essere di 20 o 30 minuti circa, allo scadere dei quali sarà già possibile lasciare la clinica.

L’sedazione in Riproduzione Assistita non reca nessun effetto secondario, la paziente non avrà senso di vomito, né svenimenti.

 

L’sedazione durante il transfer embrionale

Il transfer embrionale è un’operazione meno invasiva rispetto al pick up ovarico, per questo motivo non richiede quasi mai la sedazione.

Il transfer avviene tramite l’inserimento di uno speculo vaginale, all’interno del quale viene passato un catetere molto sottile, la paziente sentirà solo il passaggio del catetere che non sarà assolutamente fastidioso, sempre che non ci siano impedimenti.

Vi sono casi infatti, in cui il transfer può diventare complicato, se l’utero è particolarmente retroverso o se la curvatura per arrivare fino all’endometrio è molto grande. Sarà quindi necessario utilizzare una tipologia di catetere rigido in cui possa essere segnato il cammino a priori.

In questi casi, viene consigliato l’utilizzo dell’sedazione, o sedazione leggera, in modo che la paziente non si muova, creando contrazioni uterine, e il medico possa raggiungere l’endometrio con più facilità.

Durante la prima visita presso la ProcreaTec verrà sempre effettuata una prova transfer in   modo che il medico possa vedere il canale di passaggio dal collo dell’utero verso l’endometrio e verificare che non ci sia la necessità di programmare il transfer con sedazione.

L’sedazione durante interventi secondari: TESE e Isteroscopia

L’utilizzo dell’sedazione in Riproduzione Assistita è previsto anche in alcuni interventi secondari:

  • La TESE o biopsia testicolare, è un intervento che viene effettuato quando il paziente non è in grado di produrre spermatozoi nell’eiaculato o nei casi di alta percentuale di frammentazione. Dovendo sottoporre il tessuto testicolare a una biopsia, è necessario sedare il paziente affinché questo non avverta dolori durante l’intervento.
  • L’Isteroscopia, tanto quella diagnostica che operativa, è un intervento che permette di vedere la cavità uterina e intervenire chirurgicamente nel caso in cui sia necessario (in presenza di fibromi, polipi o setti uterini). Attraverso l’isteroscopio, uno strumento sottile dotato di telecamera, il medico potrà entrare all’interno dell’utero e verificare che non ci siano impedimenti che possano compromettere la gravidanza. Nonostante l’isteroscopio sia uno strumento molto sottile, si tratta pur sempre di un intervento invasivo e se non si utilizza la sedazione, la paziente potrebbe avvertire molto dolore.

Istruzioni previe all’sedazione in Riproduzione Assistita

Nonostante la dose di anestetico iniettato durante gli interventi di Riproduzione Assistita non sia mai eccessivamente alta, è sempre e comunque richiesta l’osservazione di alcune regole prima di procedere. Tra le indicazioni più importanti vi sono il digiuno assoluto per almeno 8 ore prima dell’intervento e il divieto di fumare nei giorni precedenti.

La somministrazione avviene sempre da parte di anestesisti altamente specializzati.

 

Se vuoi aver maggiori informazioni sull’utilizzo dell’sedazione in Riproduzione Assistita non esitare a contattare il nostro personale specializzato all’indirizzo mail contact@procreatec.com e potrai risolvere ogni dubbio.

 

 

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This