Psicologia

La sessualità nei prblemi di fertilità

sessualità

Spesso, nella nostra società, le condotte sessuali si confondono con la riproduzione, ma la sessualità è qualcosa di più ampio e complesso.

Cos’è la sessualità?

La sessualità è un aspetto centrale dell’essere umano, nel corso della sua vita. Include il sesso, le identità e i ruoli di genere, l’erotismo, il piacere, l’intimità, la riproduzione e l’orientamento sessuale.

Si evidenzia ed esprime tramite pensieri, fantasie, desideri, credenze, attitudini, valori, comportamenti, pratiche, ruoli e relazioni interpersonali.

La sessualità è influenzata dall’interazione di fattori biologici, sociali, economici, politici, culturali, etici, legali, storici, religiosi e spirituali.

“La sessualità si costruisce nella mente dell’individuo cominciando dalle esperienze che la sua natura biologica e l’integrazione con il gruppo gli fanno vivere”

Impatto dei problemi di fertilità sulla sessualità

Quando si hanno problemi di fertilità, solitamente il sesso si trasforma in un’esperienza dolorosa per l’impossibilità di concepire. Dal momento in cui mantenere relazioni sessuali si trasforma in un obiettivo che viene regolato da incontri programmati, si genera la perdida di spontaneità e l’esigenza di un’aspettativa.

Le coppie con problemi di fertilità in generale, sanno bene come il sesso, che prima era qualcosa di soddisfacente e fine a se stesso, diventi un mezzo per conseguire un obiettivo molto desiderato: avere figli.

Non essendo il mezzo sufficiente per conseguire il fine, arriva a perdere l’interesse e diventa un peso per la coppia, che si vede obbligata a programmare gli incontri sessuali in funzione dei giorni di maggiore fertilità, orientandoli esclusivamente sulla penetrazione e l’eiaculazione, spesso senza tenere in conto gli altri componenti che fanno sí che l’attività sessuale sia qualcosa di desiderato e soddisfacente.

Molte volte, il desiderio di gravidanza porta la donna a concentrarsi meno nel godimento sessuale e più nel far sì che il partner depositi gli spermatozoi al loro posto nel tempo necessario per rimanere incinta, così facendo il suo orgasmo diventa qualcosa di prescindibile. Nel frattempo, l’uomo può sentirsi sotto pressione a causa di questa programmazione dell’attività sessuale, sentendo frequente rifiuto  e disinteresse verso la sessualità.

Il sesso si trasforma così in qualcosa di metodico, prevedibile e senza eccitazione.Non è più un modo per raggiungere una maggiore comunicazione e intimità con il partner.

Non deve sorprenderci quindi, come spesso i problemi di fertilità mettono in rilievo i problemi sessuali e/o coniugali già esistenti.

Come viene colpita ciascuna funzione?

L’evoluzione ha creato un processo complesso negli esseri umani, la sessualità, che ci porta ad accoppiarci per conseguire la gravidanza. In questo processo, tutte le parti costituenti sono importanti per raggiungere detto obiettivo.Quando tutto si riduce solo ad una delle sue parti, “ la riproduzione”, le altre sono compromesse:

Compromissione del vincolo affettivo: Spesso nella coppia appaiono difficoltà di comunicazione, di comprensione e di appoggio, allontanamento, delusioni, nascita di dubbi sulla continuità.

Compromissione dell’erotismo: La focalizzazione nella riproduzione e la frustrazione per non riuscire a ottenere quanto desiderato, insieme alla perdita di spontaneità, può essere percepito negativamente nella coppia con problemi di fertilità, risultando un’esperienza erotica disastrosa. La comparsa di un ritmo più rapido,  posizioni varie e sesso diretto alla penetrazione ed eiaculazione, nell’uomo hanno come conseguenza  la difficoltà di godere e conseguire l’orgasmo, nella donna comportano la diminuzione del desiderio sessuale, dolore durante la penetrazione e perdita di interesse nel raggiungere l’orgasmo..

Compromissione dell’identità: il compagno che riceve la diagnosi, solitamente si sente in difetto e  poco attrattivo  per non essere capace di riprodursi, ciò fa sì che dimisnuiscano impulso, risposta e soddisfazione sessuale. La sua autostima e immagine corporale  ne sono solitamente alterate. Varie ricerche indicano che gli uomini possono sentirsi meno virili e le donne meno femminili o incomplete.

Alfredo García Garate, psicologo della clinica ProcreaTec

Aggiungi un commento

Clicca qui per pubblicare un commento

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This