Fertilità

Preservazione della fertilità

Preservazione della fertilità
Preservazione della fertilità

Hai mai pensato qualche volta di preservare la tua fertilità?

Può essere che non hai letto niente al riguardo, ma la preservazione la fertilità è uno dei grandi progressi medici in termini di Medicina riproduttiva, dato che permette a una donna di decidere quando è il momento migliore per formare la sua famiglia.

Situazione economica: posticipare la maternità

La crisi sanitaria del coronavirus anche socio-economica, ha fatto sì che milioni di donne e uomini di tutto il mondo, decidessero di posticipare i loro piani di formare una famiglia.

La situazione economica in cui ci troviamo, non permette ai giovani di indipendizzarsi e conseguentemente, l’età per diventare genitori aumenta anno dopo anno, diminuendo al contrario il numero di figli per famiglia.  Secondo L’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) l’età media in cui una donna ha il suo primo bambino supera i 30 anni.

Come sicuramente già saprai la tappa più fertile di una donna è tra i 20 e i 35 anni e ogni anno diminuisce del 5% la possibilità di concepire in forma naturale, ciò che si traduce in una diminuzione della qualità e quantità degli ovociti. Nell’esperienza di IVF-Spain Madrid, i nostri dati mostrano che più del 70% dei pazienti che si rivolgono al centro, lo fanno per il fattore età.

La realtà è che esiste un disconoscimento abissale tra i giovani di età fertile rispetto alle loro opinioni per preservare la fertilità. I pazienti che si rivolgono a un centro di riproduzione assistita perché sanno che oltre 35 anni la qualità e quantità dei loro ovociti diminuisce, e con essa la possibilità di riuscire ad avere una gravidanza, sono molto pochi.

In cosa consiste la preservazione della fertilità?

La preservazione della fertilità, è uno dei grandi progressi medici in termini di Medicina Riproduttiva dato che permette tanto a una donna come a un uomo di decidere  quando è il momento migliore per formare la sua famiglia.

Il trattamento di preservazione della fertilità nelle donne consiste nel riuscire a conservare gli ovociti che previamente sono stati ottenuti attraverso una stimolazione ovarica controllata. Il tutto avviene con un pick-up e aspirazione follicolare, minimamente invasiva. In questo momento viene effettuata una vetrificazione di ovociti per il loro uso futuro.

Grazie alla vetrificazione, chiamata anche congelazione di ovociti, è possibile conservare gli ovuli a -196º senza pregiudicare le loro caratteristiche, del momento in cui si conservano, fino al momento in cui verranno scongelati.

I progressi in Riproduzione assistita hanno permesso l’aumento di percentuale di sopravvivenza degli ovociti o embrioni congelati. Questi possono conservarsi congelati il tempo desiderato, non esiste un limite temporale.

La differenza rispetto alla congelazione del seme, si deve all’ottenimento dei gameti in quanto il procedimento nell’uomo è molto più semplice. A continuazione spieghiamo i passi da seguire per preservare la fertilità in entrambi i sessi:

Quali sono i passi da seguire in un trattamento di preservazione della fertilità per una donna?

Prima di cominciare con il procedimento realizzeranno uno studio di fertilità, misurando la qualità e quantità della riserva ovarica.

I passi per cominciare un trattamento di preservazione sono:

  1. Stimolazione ovarica > l’obiettivo è ottenere un numero adeguato di ovociti, per questo alla paziente, verranno ricettati dei farmaci, che dovrà somministrarsi, iniezioni di ormoni ed effettuerà delle ecografie per determinare il buono sviluppo e crescita dei molteplici follicoli in ciascun ovaio.
  2. Pick-up e aspirazione follicolare > quando i follicoli raggiungono le dimensioni ottimali per essere estratti si induce l’ovulazione, si programma il pick-up e l’aspirazione follicolare mediante ecografia vaginale e sedazione, evitando così che la paziente noti dei dolori.
  3. Vetrificazione di ovociti > gli ovociti ottenuti si conservano in azoto liquido a una temperatura di -196º e si utilizzano alcuni mezzi di protezione affinché non venga danneggiata la qualità, questo processo scatena quello che tecnicamente conosciamo come criopreservazione: così facendo viene frenata l’età degli ovociti fino al momento in cui si desideri trasferirli nell’utero materno.

Quali sono i procedimenti che deve seguire un uomo che vuole preservare la sua fertilità?

Il primo passo per preservare la fertilità di un uomo e realizzare un esame in cui si analizza la concentrazione, la conta degli spermatozoi mobili e la morfologia degli spermatozoi.

Dopo avere valutato questo risultati e passiamo a realizzare uno spermiogramma avanzato che consiste nello studio di:

  • frammentazione del DNA spermatico
  • presenza di livelli anormali di spermatozoi apoptotici
  • cromosoma Y
  • le cellule germinali immature
  • l’equilibrio tra la produzione di Ros e l’attività antiossidante

E in questo momento che sappiamo che se il campione di seme è ottimale per essere congelato e quindi procedere con la preservazione della fertilità maschile con successo.Bisogna sottolineare che nella maggior parte dei casi la preservazione della fertilità maschile si realizza per motivi medici che possono mettere in rischio la capacità riproduttiva, come il caso dei pazienti oncologici.

Quali sono le tecniche di successo dopo un trattamento di preservazione?

È difficile offrire una cifra esatta in quanto alla quantità degli ovociti necessari per riuscire ad avere una gravidanza Tuttavia, gli esperti considerano che se si ottengono circa 15-20 ovociti, si può arrivare fino all’80% di possibilità di avere una gestazione nella tappa più fertile della donna.

La tecnica di preservazione mediante vetrificazione non danneggia limita le possibilità di avere la gravidanza, i gameti mantengono la stessa qualità di quando sono stati congelati.

Come esperti, dobbiamo consigliare di realizzare la vetrificazione di ovociti ad un’età che garantisca di ottenere ovociti con la migliore qualità e aumentare così le possibilità di gravidanza, dato che il successo dipende dalla qualità e dal numero di ovociti che si ottiene.

Infine, bisogna segnalare che questo trattamento non garantisce una gravidanza futura. Tuttavia si garantisce la possibilità di avere, con il trattamento di fecondazione in vitro, le stesse possibilità che si sarebbero avuto nel momento in cui i gameti sono stati congelati.

Riassumendo, con questo articolo vogliamo informare della diminuzione della riserva ovarica della donna dovuta all’età o ad alcune patologie gravi come il cancro, che interessa tanto uomini come donne. Entrambi devono prevedere la preservazione della fertilità dato che questo gli permetterà di scegliere il momento migliore per formare una famiglia.

Adesso che sai già in cosa consiste la preservazione della fertilità e vuoi avere maggiori informazioni o un appuntamento, puoi farlo attraverso questo formulario .

Categorie

Contattare

Categorie

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This